Frantumi: Un'infanzia 1939-1948 by Binjamin Wilkomirski

By Binjamin Wilkomirski

Show description

Read Online or Download Frantumi: Un'infanzia 1939-1948 PDF

Similar history_1 books

LFG Roland C.II

LFG Roland C. II КНИГИ ;ВОЕННАЯ ИСТОРИЯ LFG Roland C. II(Windsock Datafile 49)By Peter M. GroszPublisher: Albatros Productions Ltd199540 PagesISBN: 0948414669PDF19 MBThe LFG Roland C. 1I Walfisch (Whale) made its frontline debut in March-April 1916 and used to be really prior to its time. compared to all different two-seat forms of its day, on either side of the traces, it stands aside in aerodynamic and structural layout, sufficiently complicated in reality to spawn a single-seat fighter (see WINDSOCK DATAFILENo.

Extra resources for Frantumi: Un'infanzia 1939-1948

Example text

Sorrideva, è vero, ma poi il sorriso si trasformò in una smorfia. Non sapevo che cosa pensare. Majdanek, Majdan-Lublin, Majdanek, continuavo a ripetermi. Quel nome aveva un suono così bello. L'attesa gioiosa di rivedere i miei fratelli fece svanire ogni diffidenza. Mi figurai come sarebbe stato a Majdanek, senza la contadina cattiva, solo assieme ai miei fratelli. Avremmo giocato, aveva detto l'uniforme 32 grigia... Ma sì, avremmo giocato, su un grande prato, al sole, alla luce, con tanti alberi ombrosi attorno.

Volevo gridare: scappa, Jankl, scappa!... Ma non un suono mi uscì dalla gola, esattamente come nessun suono percepivano le mie orecchie. Muto, sordo e come paralizzato, rimasi lì a guardare. Jankl era sull'attenti, i piedi uniti, le braccia e le mani tese, quasi premute sui fianchi, sembrava un soldato. Era fermo, come impietrito, ma poi... poi si rovesciò lentamente in avanti, rigido come prima, quando era in piedi, senza piegarsi, senza alzare le braccia, senza frenare la caduta. Fu un crollo lungo, infinitamente lungo.

Che cosa fare? Che cosa devo fare ora? Il momento passò. Ansimavo. Mi colse un'altra paura. Adesso quello nuovo mi può tradire. Può dire: è stato lui che mi ha istigato a farlo. Quanto potrà resistere prima di parlare? 54 La paura e la coscienza sporca mi toglievano il respiro. Non riuscivo più a sopportarle. Avrei voluto sprofondare nel fango, diventare invisibile. Dietro, fuori dalla fila, cercai di scavare coi piedi nudi per seppellirmi nel fango. Voglio affondare nel fango! Voglio sprofondare per sempre!

Download PDF sample

Rated 4.77 of 5 – based on 33 votes

About admin